perdita di peso

Perché Trovo Così Difficile Perdere Peso?

Ci sono molti miti su aumento di peso, perdita di peso e dieta, ma il più dannoso è che si tratta di forza di volontà. “Se solo avessi una forza di volontà più forte”, le persone si dicono “mangerei più sano e dimagrirei di nuovo”. Se ci credi, allora crederai anche che se sei grasso allora è tutta colpa tua.

Quindi, segui una dieta e quando fallisce (cosa che molti fanno), allora naturalmente incolpi te stesso. Ti senti depresso, ti ingozzi di carboidrati e ti arrendi.

Il fatto è che gli esperti che lavorano nella gestione della perdita di peso sono ben consapevoli del fatto che la perdita di peso è molto più che semplicemente cercare di mangiare meno calorie. La maggior parte delle persone in sovrappeso ha un problema metabolico, che li rende sempre affamati. I normali meccanismi di feedback che indicano che sei pieno non funzionano più. La forza di volontà fallisce perché ti trovi di fronte a una delle unità più elementari che abbiamo, la fame.

Questo problema metabolico non solo ti impedirà di perdere peso, ma porterà anche a gravi problemi di salute come ipertensione, malattie cardiache e diabete. A meno che tu non faccia qualcosa al riguardo, questo è un problema che peggiorerà nel tempo.

Una volta risolto il problema metabolico (e la buona notizia è che può essere risolto) il tuo appetito diminuirà e troverai non solo più facile perdere peso ma tenerlo spento.

Inoltre, scopri di più sulle migliori pillole dimagranti.

aumenta il tuo metabolismo

Inizia con lo sviluppo di insulino-resistenza

Al centro dell’aumento di peso c’è l’ormone, l’insulina. Uno dei motivi principali per cui così tante persone fanno fatica a perdere peso non è perché sono inattivi o avidi, ma perché i loro muscoli sono diventati resistenti all’insulina.

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas. Controlla i livelli di zucchero nel sangue, ma fa molto di più. Controlla anche l’accumulo di grasso. Quando si mangia un pasto, in particolare uno che è ricco di carboidrati zuccherati, i livelli di insulina aumentano.

Il compito dell’insulina è di ridurre il grasso e lo zucchero che hai assorbito dai tuoi pasti e che ora circolano nel sangue. Idealmente, spingerebbe le calorie in eccesso nelle cellule come i muscoli per bruciarle come combustibile. Ma se sei “insulino-resistente”, i tuoi muscoli hanno difficoltà ad assorbire queste calorie. Invece vengono scaricati nelle cellule adipose.

Il problema è che il tuo corpo brama ancora carburante, quindi presto inizierai di nuovo ad avere fame. Quindi mangi di nuovo. Ma poiché sei resistente all’insulina, molte delle calorie che assorbi vengono dirottate nelle cellule adipose. Diventi più grasso ma rimani ancora affamato.

E poi – Sindrome metabolica e prediabete

Una volta diventato insulino-resistente, il pancreas dovrà iniziare a pompare quantità sempre maggiori di insulina per abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Una maggiore insulina significa un maggiore accumulo di grasso, in particolare grasso attorno alla pancia (grasso addominale). Quello che succede dopo dipende dalla tua soglia di grasso personale (la quantità di grasso che puoi trasportare prima di iniziare ad avere gravi problemi di salute).

Sindrome metabolica e prediabete

Man mano che ingrassi, anche il fegato e il pancreas. Man mano che il grasso invade questi organi, inizia a interferire con la capacità del corpo di produrre insulina. Quindi i livelli medi di zucchero nel sangue iniziano a salire. Hai un prediabete; non sei ancora un diabetico, ma c’è un’alta probabilità che a meno che tu non faccia qualcosa al riguardo diventerai tale. I livelli elevati di zucchero nel sangue fanno male alle arterie, al cuore e ai nervi, anche quando non sono ancora nel range del diabete.

Il grasso che si infiltra nel fegato può anche, nel tempo, portare a malattia del fegato grasso non alcolica (NAFLD) e alcuni a insufficienza epatica. NAFLD è ora la causa più comune di malattia del fegato in Occidente e oltre un terzo delle persone nel Regno Unito o negli Stati Uniti ce l’hanno. Circa il 20% di tutti i trapianti di fegato sono ora destinati alla NAFLD. Le persone tendono a svilupparlo nella mezza età e attualmente non esiste un trattamento farmacologico efficace.

L’aumento dei livelli di grasso addominale produce anche un’infiammazione cronica in tutto il corpo, come un aumento delle malattie cardiache e danni ai vasi sanguigni grandi e piccoli, è associato con CRP in aumento e disturbi infiammatori comuni.

La pressione del sangue può aumentare, insieme ai trigliceridi (una forma di grasso che circola nel sangue). La combinazione di zucchero nel sangue alzato, grasso addominale, trigliceridi e pressione sanguigna è nota come sindrome metabolica. Ti mette ad alto rischio di malattie cardiache e ictus.

Quali sono le cause della resistenza all’insulina?

La resistenza all’insulina di solito inizia nei muscoli quando sei più giovane. I muscoli sono dove viene bruciata molta energia che consumi. Se sei molto attivo, quando mangi cibo che provoca un picco di zucchero nel sangue, viene assorbito e usato dai muscoli prima che causi problemi.

Quando mangi un po ‘troppo e fai troppo poco esercizio, il grasso si accumula nei muscoli. Questo è il motivo per cui incoraggiamo fortemente le persone ad aumentare anche i loro livelli di attività insieme alla dieta e ad andare di più, poiché ciò migliorerà il miglioramento dei livelli di zucchero nel sangue, invertendo il diabete e la sindrome metabolica e migliorando il benessere generale e la salute.

Leave a Comment